Ultima modifica: 24 ottobre 2018

LIBRIAMOCI

 Nell’ambito del progetto Libriamoci che promuove il piacere di leggere questa mattina abbiamo ospitato l’Assessore Oscar Mazzocchin che ci ha letto qualche pagina del suo libro preferito: “L’uomo che piantava gli alberi”, un libro che gli ha cambiato la vita. Ci ha poi consigliato la lettura di altri due testi: La prosivendola di Daniel Pennac e Il ladro di merendine di Camilleri. L’assessore ha confessato di aver cominciato a leggere molto tardi nella vita, ma di non aver più smesso, perché quando legge avviene qualcosa di magico: trova un pezzo di sé dentro la storia. “Leggere è bellissimo, – ha detto – c’e uno che scrive e poi noi nel suo scritto ritroviamo le nostre emozioni. Leggere ci dà le parole e le parole sono molto importanti, per dire quello che pensiamo, per chiedere aiuto, per comunicare”. Ha poi chiesto a noi cosa leggiamo e cosa pensiamo della lettura. Così sono emersi gusti e tempi della lettura diversi: c’è chi legge da sempre, chi lo fa soprattutto d’estate, chi non legge mai, chi ha cominciato a 7 anni con Pollyanna, chi legge fumetti, chi sta sul terzo libro di Harry Potter, chi si ricorda la storia, ma non il titolo, chi è immerso nel Signore degli anelli e chi ha tutta la serie di Tex Willer. L’assessore ci ha chiesto quindi di suggerire dei titoli a chi non legge, per invogliarlo a cominciare. Se ci fosse qualcuno che non legge anche fra di voi ecco alcuni libri che vi invoglieranno a non smettere più: Voce di Lupo, consigliato da Nicolò, Almeno un cane è un tipo a posto, suggerito da Sorina, La classe terribile, vivamente caldeggiato da Benedetta, Il titolo di questo libro è segreto, indicato da Beatrice perché la scrittrice ti fa entrare nella storia, Nonna Gangster, che secondo Anna è il migliore, Hugo Cabret, consigliato da Giona, Un fantasma in soffitta, scelto per voi da Eleonora, I terribili 2, suggerito da Massimiliano. I consigli sono piaciuti molto anche all’assessore, perché “si sente che dentro i libri che consigliate c’è un pezzo di voi!” – ha dichiarato. È stato un incontro intenso e piacevole, fatto di parole, storie, libri e amore, un incontro da Oscar!  2^C e 2^F