Ultima modifica: 14 Marzo 2019

BUON PI GRECO DAY

Oggi 14 marzo, si festeggia la più famosa costante matematica. E per festeggiare un anniversario bisogna sicuramente conoscere il festeggiato. Ecco quindi che cos’è il Pi greco brevemente:

  • il Pi greco è, come detto prima, una delle costanti matematiche più famose;
  • esso è definito, in geometria piana, il rapporto tra la lunghezza della circonferenza e il suo diametro;
  • è semplicemente anche l’area di un cerchio con raggio 1.

È un numero irrazionale (le cifre dopo la virgola sono infinite e nessuna di loro si ripete con una periodicità), e queste sono le sue prime cifre: 3,1415926535…Al momento ne sono state verificate 22 459 157 718 361.

È stato scoperto da Archimede ma il matematico William Jones nel 1706 ha introdotto il simbolo rubando il merito ad Archimede. L’uso è diventato comune grazie ad Eulero.

La data di questa festività non è casuale: infatti è stata scelta dal formato mese-giorno, utilizzato in America (dove è avvenuta la prima celebrazione).

Il numero 3 va ad indicare il mese (Marzo) e le prime due cifre decimali vanno a indicare il giorno (14). Addirittura alcuni lo festeggiano partendo dalle 15:00 per adeguarsi all’approssimazione della terza e quarta cifra decimale (3,1415).

Il primo ad averla festeggiata è stato il fisico Larry Shaw, che il 14 marzo 1988 a San Francisco, vendette crostate alla frutta con il simbolo caratteristico del Pi greco. Larry Shaw venne in seguito insignito del titolo di “Principe del Pi greco”.

Nel 2009, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America riconosce il 14 marzo come giornata ufficiale per celebrare la nota costante matematica e si invitano i docenti a vivere il Pi Day come occasione per “incoraggiare i giovani verso lo studio della matematica”.

L’Italia ha iniziato nel 2017 a celebrare ufficialmente il giorno del Pi greco.

CURIOSITÀ

Il record di calcolo manuale fu  stabilito nel 1946 da un tal D. F. Ferguson, che arrivò a 620 cifre decimali. Poi arrivarono i computer.

Il 14 marzo è anche il giorno in cui è nato Einstein!!

Come ricordare le prime 19 cifre?In questa frase la lunghezza di ogni parola corrisponde ad una cifra di Pi greco.

3 AVE

1 O

4 ROMA

1 O

5 MADRE

9 GAGLIARDA

2 DI

6 LATINE

5 VIRTÙ

3 CHE

5 TANTO

8 LUMINOSO

9 SPLENDORE

7 PRODIGA

9 SPARGESTI

3 CON

2 LA

3 TUA

8 SAGGEZZA

 

La probabilità di trovare la propria data di nascita nel formato GG/MM/AA tra le prime 10.000.000 cifre di π è di circa 100%

Il rapporto tra la distanza che separa l’alluce e l’ombelico e quella tra quest’ultimo e la punta della testa è proprio 3,14.

Il rapporto tra la lunghezza effettiva di un fiume dalla sorgente alla foce e la lunghezza in linea d’aria è sempre approssimabile al Pi greco.

Abbiamo imparato ad utilizzare le onde elettromagnetiche e a “piegarle” a nostro piacimento grazie allo studio e all’impiego del Pi greco.

In California, gli studenti celebrano la festa all’1:59 del mattino mangiando un particolare tipo di torta che ha al proprio interno 26 mele di 5 varietà differenti. I numeri possono sembrare casuali ma se si indicano in sequenza 3.14, le cifre della data, il 159, l’orario della scorpacciata, 26, il numero delle mele e 5, il numero della varietà di mele, si otterrà il numero 3.14159265, ovvero la digitazione dei primi nove numeri del pi greco.

GLI ALUNNI DELLA 3D 

 

Gli alunni della 3D festeggiando il Pi greco.